La non violenza è rappresentata nella forma dell’OM

OM

Secondo una delle tante interpretazioni della sillaba OM, che si chiama Om, ma si pronuncia aUMm—… incominciando con un filo di voce, che va poi alzata e poi sfumata lentamente a bocca chiusa, secondo il concetto del Raga Indiano
La grafia deriva dalla rappresentazione di una delle armi di Shiva: il tridente.
La versione culturale non violenta dello Yoga, di Shiva e dell’Induismo in generale, racconta che Shiva amava tutti i viventi al punto che bevve tutti i veleni del mondo, dei serpenti, degli scorpioni e delle piante e quindi cadde stremato, di conseguenza venne spesso rappresentato di colore blu o verde.
Molti maestri di tutta l’India, il primo agosto di ogni anno, c’ero anch’io nel 1980, salgono sulla montagna sopra la favolosa città dei monasteri: Rishikesh. Dopo un pericoloso guado del Gange in piena (una ricca signora inglese ha fatto costruire nel 1800 uno stretto ponte di corde d’acciaio, togliendo il rischio, ma anche la suggestione), all’uscita dalle montagne, i guru salgono con due otri pieni di acqua infiochettati sulle spalle per lavare la statua di Shiva e tentare di togliere il colore nefasto.
Ma la non violenza di Shiva si completa togliendo dal tridente prima uno dei tre rebbi (punte),
poi strappando e arrotolando un rebbio fino a formare il punto o Bindu, poi piegando il terzo rebbio in modo da non ferire e per ultimo arrotolando l’asta in modo da non poter essere lanciato come arma.
Quello che resta dei rebbi si dice è A, l’accento è U, il ricciolo è M, il punto è la sottile fine del suono sul quale concentrarsi nella rappresentazione della Trimurti: Brahma, Vishnu e Shiva, in altre parole è il nome della divinità completa, ma è anche un mantra per rilassamento, concentrazione, meditazione o più su.
Martin Luter King
“L’uomo deve elaborare, per ogni conflitto umano, un metodo che rifiuti la vendetta, l’aggressione e la repressione. Il fondamento di un tale metodo è l’amore”.
Se si vuole alzare il proprio livello spirituale, morale ed etico. bisogna ridurre l’orgoglio, la presunzione, cancellare la falsità per rispettare il prossimo, sviluppare la compassione e collaborazione ed essere un elemento della evoluzione.
________________________________________

Martin Luther King Jr. (Atlanta, 15 gennaio 1929 – Memphis, 4 aprile 1968) è stato un politico, attivista e pastore protestante statunitense, leader dei diritti civili. È stato il più giovane Premio Nobel per la pace della storia, riconoscimento conferitogli nel 1964 all’età di soli trentacinque anni. Nobel per la pace 1964.
Il suo nome viene accostato per la sua attività di pacifista a quello di Gandhi, il leader del pacifismo della cui opera King è stato un appassionato studioso, ed a Richard Gregg, primo americano a teorizzare organicamente la lotta nonviolenta.

Un commento

  1. Beh, i grandi Uomini della storia , senza dubbio,sono quelli che sono riusciti ad apportare delle ” modifiche sostanziali ” alla risoluzione dei conflitti interpersonali tra esseri umani… Il concetto di “non violenza”, indubbiamente, rappresenta una (se non la più grande!) di queste “modifiche”…Basti pensare che, l’utilizzo della violenza come risoluzione di conflitti,credo ,si perda nella notte dei tempi…. Luther King era un Grande Uomo,e questa sua grandezza l’ha “pagata” con la vita stessa e come lui molti altri Grandi….L’ignoranza dell’uomo è il peggiore di tutti i virus che esistano,che si conoscono,e che non si conoscono…Ma la Grandezza,rimane lì,in eterno…. Veramente complimenti per questo thread… E’ riuscito, più degli altri,ad impressionarmi….Sarei curioso di saperne di più,se possibile,su quel quel rituale indiano che si svolge il primo agosto….Peace.

Comments are closed.