I naviganti guardano le stelle

I naviganti fanno riferimento alle fisse stelle,
aiFARI ed ai riferimenti sulla terra per tenere la rotta,
ma guardano l’orizzonte in cerca di nuove terre fertili e di popoli strani.
Senza riferimento i naviganti vanno alla deriva.
C’e bisogno di chi, nel vento, tiene accesa la luce dei FARI
e di chi esplora tra le onde i mari.
Sulla terra uomini stanno chiusi nelle caverne e vedono solo ombre.
Sulle cime delle montagne faticosamente salgono ed oltre non vanno.
Sui campanili suonano le campane per chiamare a raccolta i cittadini.
Sul trono le corone pesano sul capo di imperatori avvolti nei fasti.
Ma in tutti i tempi,
in tutti i luoghi,
in tutte le culture
alcuni hanno percorso la storia
e cambiato la visione del mondo,
anche andando contro ogni difficoltà perché
la prima pulsione ancestrale è la curiosità,
la seconda è l’avventura indotta da caccia-fuga,
la terza è trovare alimento e benessere,
la quarta è diffondere,
la quinta è sublimare coazione a ripetere e blocchi.
L’insieme del tutto è cambiare ed evolversi perche
TUTTO, anche nell’universo , CAMBIA CONTINUAMENTE
e chi non si aggiorna si estingue.